Toto-nomi e toto-classe

Stasera sono stata alla riunione per le classi prime delle elementari. Sì, lo so, ora si chiama scuola primaria. Cercherò di imparare la corretta dicitura prima che Faccio-io vada alle medie (sempre che si chiamino ancora così!). Rimane il fatto che ‘prima primaria’ è una bruttissima espressione e preferisco di gran lunga la cara e vecchia ‘prima elementare’. Sa di cosa semplice e genuina.
Attendevo questa serata con trepidazione perché avrebbero comunicato il materiale necessario e quindi mi sarebbe rimasta solo una settimana per acquistarlo. Dato che a me non piacciono le corse dell’ultimo minuto alla ricerca del rigo XYZ, del quadretto trapezoidale o della matita 7B potete ben capire la mia trepidazione. Certo, mi chiedevo come mai ci fosse bisogno di una riunione e non bastasse utilizzare una mail, ma a volte le vie della scuola pubblica sono imperscrutabili.
Come al solito sono arrivata in ritardo (ma erano solo cinque minuti, giuro!), la sala era già gremita e la riunione appena appena iniziata.
Le mamme che conosco erano posizionate nelle prime file e io mi sono dovuta accontentare del posto dell’asino, in fondo alla stanza. All’altra estremità della sala, in cattedra, era schierato tutto il corpo docente. Stasera avremmo quindi conosciuto gli insegnanti e la suddivisione delle classi. Era tutta l’estate che con le altre mamme si faceva il toto-nomi. “Speriamo che il mio non sia in classe con Tizio”, “Io spero solo che non stia con Caio”, “Ma che bello se i nostri fossero insieme” e così via. Sì, lo so, non sono discorsi che ci fanno un grande onore, ma siamo mamme. E con questo ho detto tutto!
Gli insegnanti delle prime sono sei donne e un uomo. L’uomo è il maestro di italiano della sezione B, con una personalità che spicca rispetto a quella delle sue colleghe: imponente, simpatico e con tanto di barba e orecchino. Un vero personaggio! Ok, ne sono rimasta subito affascinata, ma solo perché oggigiorno è una rarità trovare un uomo che faccia il maestro, cosa credevate?
Per farla breve, il primo nome della sezione B? Faccio-io naturalmente! State tranquilli, mi sono trattenuta dal fare la òla. Anche perché ero concentrata nel captare i nomi degli altri vincitori. Ehm, volevo dire alunni. Il secondo è Bagheera. Evviva il dolce Bagheera! La terza… Principessa Maya! Credo che domani mattina, quando lo racconterò a Faccio-io, potreste sentire un urlo di gioia scuotere le vostre finestre, ovunque vi troviate nel mondo. Ma le sorprese non sono finite, perché nella sezione B ci sarà anche Buongiorno Signora! E la sorella gemella di Mark Lenders (che l’anno scorso era nella squadra di basket con Faccio-io e Buongiorno Signora). Insomma, è tutto perfetto, o quasi. Purtroppo Mister Sorriso è finito nella A. Peccato davvero.

8 pensieri su “Toto-nomi e toto-classe

      1. Ci vorrà un po’di tempo, però. Dovrò conoscere tutti -o quasi- i nuovi alunni. Per il momento ho pensato di mantenere i vecchi soprannomi, anche se Buongiorno Signora non mi saluta più così e Mark Lenders non è più così manesco 😅
        Buona domenica anche a te!

        Piace a 1 persona

  1. Pingback: Il giorno prima del primo giorno – Attorno al Lago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...