MERENDA NEL BOSCO

fragola e fiore

La biciclettina senza pedali arranca, un pò per il caldo e un pò per la stanchezza della giornata che volge al termine, sulla piccola salita. Non appena la strada di ciottoli entra nel bosco ecco che l’atmosfera si fa più piacevole.

“Guarda, ci sono le fragoline e molte sono già mature. Vuoi assaggiarle?”

“No!”

“Va bene. Io e la mamma, però, le mangiamo.”

Ci fermiamo qui e là lungo la strada per raccogliere qualche piccola delizia rossa.

“Anch’io voio, pì picére”

Le nostre espressioni appagate devono averlo convinto.

“Molto piace! Ancoa fagole!”

“Vieni, guardiamo laggiù”

Proseguiamo per un pò sul sentiero, scrutandone a fondo i lati e facendogli vedere quello che deve cercare. Come suo costume si arrangia subito da solo e, scegliendo fra quelli più maturi, si gusta questi piccoli concentrati di sapore vero, alcuni un pò aspri, altri molto dolci.  Ogni volta che finiscono esclama “Ancoa fagole!” e via, si riparte alla ricerca.

Raggiungiamo il luogo dove quest’autunno venivamo a raccogliere le castagne. In terra si trovano ancora alcuni ricci e parecchie foglie secche.  Sotto i castagni l’erba non è molto alta, ci sono felci, qualche rovo che graffia le gambe incaute e punge le dita frettolose e tante piantine di fragoline.  I frutti maturi sono pochissimi, ma ci bastano per trascorrere del tempo spensierato.  Il bosco, verde delle piogge torrenziali dei giorni scorsi, profuma di terra umida e i grilli cantano melodie estive.

Abbracciamo alberi, ci sediamo su tronchi caduti, ci nascondiamo dietro arbusti, raccogliamo legnetti che usiamo per mille giochi, il bosco più fitto diventa una grotta e le radici di un albero caduto la prua di una nave. Corriamo in salita, le felci sono ali di uccelli, un albero si trasforma in una montagna da scalare, il fango è una palude misteriosa, cinque sassi indicano la strada verso casa, corriamo in discesa.  Fiori, raccolti e appuntati sul mio cappello, diventano simboli di amore incondizionato.

E’ sempre il solito boschetto dietro casa. O forse no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...