Nelle notti

Nelle notti è rimasto un po’ di quel silenzio, anche se la vita avrebbe dovuto tornare ad essere quella di prima. O quasi.

Nelle notti è rimasto più di quel silenzio, non ci sono le ambulanze, vicine, lontane, onnipresenti.

Nelle notti è rimasta quella strana sensazione di vuoto, che se trattieni il respiro e tendi l’orecchio puoi sentire… Nulla.

Che poi è un silenzio strano, quello di queste notti, perché in altre notti se vai da solo su una montagna qualcosa senti: il vento tra gli alberi, qualche animale incauto e forse, dal fondovalle, lo scorrere della vita umana. Quella di prima, ovviamente.

In queste notti, mi basta uscire di casa per accorgermi di qualcosa di insolito. Allora mi fermo per mettermi in ascolto e l’unica cosa che riesco a sentire è un ronzio. Ma lo percepisco dentro la mia testa. Fuori non c’è nulla. E col fatto che è pure buio, ma proprio buio, mi pare di essere in una di quelle scene al rallentatore di “2001: odissea nello spazio”. Questo potrebbe essere “2021: un’altra odissea”.

Quando finalmente appoggio con fragore il bidone del vetro a terra ritorno nella vita reale. Per fortuna che il tragitto per portar fuori lo sporco è breve!

3 pensieri su “Nelle notti

  1. Very well written Rossana, but like Jeff above, I’m sure it doesn’t come out quite the same using the translator. Still, the idea is there, that silence, 2021: another odyssey, a good way to express it for this strange time. Have a wonderful weekend!😃😺🌞

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...