Ghiaccio

09/01/2021

Siamo andati a camminare nel bosco, stasera. Siamo partiti un po’ tardi, era già l’imbrunire. Ma a noi piace così, è un bel modo di terminare una giornata, con una passeggiata nella natura. Negli ultimi giorni è stato così freddo che il terreno era particolarmente duro, non c’era pericolo di infangarsi. Per lo meno finché non abbiamo scoperto le pozzanghere gelate. Allora papà e figlio si sono messi a rompere il ghiaccio battendo, con il tallone, gli scarponi. Recuperavano poi pezzi di prezioso materiale che finiva un po’ lanciato nella boscaglia, un po’ usato a mo’ di spada laser e un po’ osservato come caleidoscopio. Poi via di corsa lungo il sentiero che si faceva man mano più buio, per scovare una nuova pozzanghera ghiacciata. Un pezzo di ghiaccio piuttosto grande e caratterizzato da disegni suggestivi viene scelto per essere portato a casa. Al papà il delicato compito di vettore. L’ultimo tratto di strada sterrata lo percorriamo al buio, per un sentiero che non abbiamo mai fatto perché in altri momenti ci avrebbe accorciato il tragitto percorso sulla nuda terra. Quindi, col favore dei lampioni, siamo arrivati a casa sull’asfalto scivoloso e sporco di sabbia e sale. Il delicato cimelio è arrivato sano e salvo e ora attende il disgelo nel nostro giardino.

4 pensieri su “Ghiaccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...