Ascoltando il silenzio

25/3/2020
C’è così silenzio che si percepisce, lontanissimo, il suono delle ambulanze. E si continua a sentirlo, per interminabili minuti. Non aumenta di intensità per poi svanire, come era solito prima, rimane solo leggermente percepibile. Che a volte mi chiedo se non me lo stia immaginando. Forse lo sento perché voglio sentirlo? Sono fantasmi della mente?
Eppure due minuti prima non mi sembrava di percepire nulla, quindi forse è reale.
Questa vaga sensazione di suono continua ad essere quasi intuibile per un tempo sufficiente a creare una sorta di miscuglio di ansia ed angoscia. Le orecchie rimangono tese e la mente scandaglia tutte le direzioni possibili fino a quando arriva un certo momento in cui non puoi pensare che te lo sei immaginato. È proprio la sirena di una ambulanza. Ed il fatto più sconcertante -a cui proprio non ci si abitua- è che non succede solo di notte (che sarebbe anche normale). No, anche durante il giorno, ad un certo punto ti sembra di sentire. Un attimo prima no. Ora sì. E puoi star certo che è davvero la sirena di un’ambulanza. D’altronde, in questi giorni, chi è in strada?

3 pensieri su “Ascoltando il silenzio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...